Articoli

  • Grigio faccia nera petto nero petto arancione

    Il diamante mandarino faccia nera petto nero arancione petto è un uccello spettacolare; spettacolare per i suoi colori, che dimostrano fino a che punto la combinazione mutazione e attraente.
    Purtroppo, come per qualsiasi combinazione multipla, il lavoro degli uccelli per il miglioramento del ceppo richiede pazienza, una selezione rigorosa e obiettivi precisi da fissare all'inizio di ogni stagione di allevamento. Sono questi obiettivi che, se raggiunti, faranno sì che la qualità degli uccelli del suo allevamento possa aumentare regolarmente.

    La grande difficoltà della combinazione risiede nella moltitudine di difetti, più o meno importanti, che si riscontrano frequentemente in questo uccello in esposizione. Ecco un elenco non esaustivo:
    - i punti dei fianchi tendono a scomparire o a trasformarsi in un disegno sfocato
    - è raro trovare uccelli con una testa al tempo stesso arancione e la cui forma rimane corretta
    - la testa è spesso troppo piccola rispetto al corpo dell'uccello
    - è frequente che le mutazioni petto-arancio o petto-nero non si esprimano al 100%: comparsa di scarichi neri nel torace o nelle timoniere, sussistenza di un disegno più o meno orizzontale sulle timoniere, arancione sul ventre che non scende abbastanza verso la regione anale.

    Diamant mandarin gris face noire poitrine noire poitrine orange3

    Continua a leggere

  • Batteria di allevamento e relativa attrezzatura

    Quando si cerca di selezionare i diamanti mandarini, la questione della disposizione di un pezzo di allevamento diventa inevitabile. In questa stanza dedicata ai vostri uccelli, la batteria di allevamento è l'insieme praticamente indispensabile. La batteria d'allevamento dovrà riunire diverse funzioni ed essere realizzata in modo che vi faciliti ogni giorno la manutenzione e la cura dei vostri amici alati.

    Vi presento quello che uso. Vantaggi e svantaggi, così come ciò che può essere ulteriormente migliorata.
    Mi sono dedicato a mettere a punto attrezzature pratiche per la pulizia e soprattutto che ottimizzi il mio tempo dedicato alla cura, alla manutenzione, alla pulizia, ecc., pur mantenendo un buon ambiente per tutti gli uccelli.

     

    Batteria di allevamento o gabbie di allevamento
     

    Uso 2 set di 8 gabbie di marca GEHU, ognuna delle seguenti dimensioni lunghezza 50 cm, larghezza 40 cm, altezza 40 cm.
    Questa batteria di allevamento è in legno melaminico trattato contro l'umidità, il vantaggio è che l'intero è completamente smontabile (facilita eventuali spostamenti del vostro pezzo di allevamento). Troverete i commercianti di questo marchio in Link.
    Le gabbie sono separate da pareti in PVC rimovibili. Una volta rimosse, ciò consente di avere gabbie di volo lunghe un metro. Li ho dotati di griglia di fondo in acciaio inox per evitare il contatto con gli escrementi che cadono sul fondo del cassetto. Metto come lettiera, sul fondo delle gabbie, trucioli di legno (assorbe l'umidità degli escrementi e trattiene la polvere di uccelli).
    In definitiva, queste 16 gabbie possono servirmi durante la riproduzione e come spazio di volo di un metro per lo svezzamento, il periodo di riposo, ecc.
     

    Continua a leggere

  • Glossario illustrato delle mutazioni nel diamante mandarino

    Ho realizzato questo glossario per illustrare in foto le mutazioni esistenti nel diamante mandarino.
    Può aiutarti a identificare le mutazioni dei tuoi diamanti mandarini.

    Importante precisione : Per identificare il genotipo del tuo diamante mandarino, dovrai considerare che un diamante mandarino può essere portatore di una mutazione senza essere mutante.
    Essere portatori (/) di una mutazione significa che essa è parzialmente presente (geneticamente parlando). Dal punto di vista visivo la mutazione parzialmente portata non si vedrà o solo da alcuni indizi presenti nell'aspetto dell'uccello.
    In questo caso, sarà necessario avere un occhio attento per determinare il genotipo. A volte saranno necessari degli accoppiamenti di verifica.
    Il tuo diamante mandarino può anche avere diverse mutazioni, le possibili combinazioni sono numerose.

    Questo glossario si basa unicamente sul fenotipo (caratteri visivi) e sulle mutazioni semplici (non combinate).

    Grigio (GR)

    Il diamante mandarino grigio non è una mutazione, è il tipo originale (selvatico).

    Gris male Gris femelle

    1. Mutazioni legate al genere

    La femmina non può mai essere portatrice, quindi è mutante o non mutante.
    Il maschio può essere portatore della mutazione.

    bruno (Br)

    Continua a leggere

  • Lo svezzamento dei giovani diamanti mandarini

    I giovani diamanti mandarini hanno ormai circa tre settimane; cercando di sfuggire alla mancanza di spazio, all'opprimente calore della covata o volendo semplicemente scoprire il mondo, inizieranno a uscire dal nido.
    Questa uscita non è definitiva, poiché vi ritornano ancora per 2-3 giorni, ma sempre meno spesso. A volte, quando i giovani cominciano a crescere, uno di loro inizia a volare fuori dal nido qualche giorno prima della data di uscita prevista, potete lasciarlo fuori dal nido se le condizioni lo permettono, i genitori continueranno ad occuparsene. Se dovete rimetterlo nel nido, ponetelo delicatamente di preferenza alla sera e tenete la mano davanti al buco di volo, finché tutti i giovani abbiano ritrovato la loro calma.
    Una mattina, quando tutti i giovani saranno usciti, si rimuoverà il nido per pulirlo prima di una nuova deposizione o in previsione della stagione riproduttiva successiva. Il nido sarà rimesso quando i giovani saranno svezzati e quindi separati dai genitori.

    Spesso i genitori iniziano una nuova deposizione prima della fine dello svezzamento dei giovani. Non ci sono regole stabilite sulla questione: A volte i genitori iniziano la cova mentre si occupano dei giovani usciti dal nido, a volte vanno a spennare i giovani e smetteranno di occuparsene. L'allevatore deve essere attento nelle sue osservazioni. A casa, preferisco togliere le uova deposte a terra per darle ad un'altra coppia o per ridarle alla coppia dopo lo svezzamento quando il tempismo lo consente.

    Il periodo di svezzamento corrisponde al periodo in cui il giovane uccello imparerà a nutrirsi da solo e così acquisire la sua autonomia. È quindi un momento delicato in cui sarà importante osservare gli uccelli per non fare l'errore di separare troppo presto un giovane dai suoi genitori.Generalmente un giovane diamante mandarino sta per essere svezzato circa 35 giorni di vita. Ancora una volta, l'osservazione è di rigore; e inutile prendere rischi, è una questione di pochi giorni.

    Le sevrage des diamant mandarin3

    I giovani uccellini sono stati nutriti dai genitori che hanno rigurgitato i semi e/o il cibo che viene distribuito quotidianamente in questo periodo. Ora devono imparare a sgusciare i semi e a mangiarli da soli. Prima gli uccellini saranno autosufficienti, prima saranno svezzati.
    I genitori riducono il rigurgito del cibo.
    Ma se i giovani ne avvertono il bisogno andranno a cercarne da soli, è un cibo facile di accesso che servirà loro da transizione. Inoltre, alcuni allevatori mettono a disposizione dei giovani uccelli dei semi germinati: Questi semi «molli» sono facili da sgusciare e da ingerire. Da parte mia, appena usciti dal nido, gli uccelli hanno a disposizione permanente il miglio a grappolo (rosso e giallo che io alterno ogni giorno).

    Continua a leggere

  • Falsa muta, cause, effetti e rimedi

    1. Quali sono le cause?

    La finta muta non è una malattia! È causata da un cambiamento improvviso: Luce, temperatura, corrente d'aria o stress.

    2. Gli effetti di una falsa muta

    Il diamante mandarino rientra in un periodo di muta fuori stagione che lo indebolirà. Da evitare in periodo di riproduzione o di concorso.
    L'uccello vittima di una falsa muta avrà bisogno di un apporto di vitamine e minerali per aiutare la ricrescita delle piume.

    3. Un rimedio utilizzato dagli allevatori

    Per rimediare a questa falsa muta, esiste un metodo utilizzato presso gli allevatori che consiste nel lasciar macerare una cipolla sbucciata e tagliata a pezzi in un litro d'acqua per 3-4 giorni (al riparo dalla luce).
    Quindi mettere un cucchiaio del succo ottenuto in un litro d'acqua e distribuire nell'abbeveratoio per una settimana rinnovando ogni giorno questa miscela.

    Continua a leggere

  • Mescolare i suoi diamanti mandarini

    1. Interessi di timbrare i vostri diamanti mandarini

    Questo vi permetterà di conoscere il loro anno di nascita e di identificarli, che sarà fondamentale per stabilire una genealogia e il monitoraggio del vostro allevamento. Ogni anello sarà la carta d'identità di ciascuno dei vostri diamanti mandarino.
    Inoltre, se volete far gareggiare uno dei vostri diamanti mandarini, solo coloro che sono bagés potranno parteciparvi. I diamanti mandarini dell'anno in corso e di quello precedente possono partecipare ad un raduno.

    In seguito, un allevatore preferirà sempre acquistare un diamante mandarino bagué sul quale potrà essere assicurato dall'anno di nascita di quest'ultimo ed essere informato della sua provenienza.

    2. Come e quando pungere gli uccellini

    Video che illustra bene come manipolare l'uccellino per l'anello:

    Continua a leggere

  • Allevamento e selezione del diamante mandarino grigio

    1. Introduzione

    Il diamante mandarino grigio proviene dal tipo selvatico.
    Corrisponde al tipo originale del diamante mandarino. Quindi non è propriamente una mutazione.
    Tuttavia, il diamante mandarino grigio che conosciamo finora è molto diverso dal suo antenato australiano. A seguito di una selezione da parte degli allevatori, il tipo, le dimensioni e il colore di quest'ultimo si sono molto evoluti.

    2. Interesse

    Essendo il grigio la base delle mutazioni esistenti nella serie grigia (grigio petto nero, grigio petto bianco, grigio dorso pallido, ecc.), l'allevamento di quest'ultimo è fondamentale per la perennità di tutte queste mutazioni.
    Il diamante mandarino grigio permetterà così di "rigenerare" tutte queste mutazioni.

    3. A chi si rivolge l'allevamento dei grigi ?

    L'allevamento del diamante mandarino grigio è consigliato per i principianti e può anche diventare molto emozionante per i più esperti.
    Infatti, nonostante un fascino a prima vista meno spettacolare di un diamante mandarino dai colori aranciato o pastello, il suo allevamento è già più interessante.

    Diamant mandarin femelle gris née en 2019

    Continua a leggere

  • Importanza e gestione della luce

    Nei paesi con condizioni climatiche miti e ideali per i nostri uccelli questo permette di allevarli all'esterno o con sufficiente illuminazione di una stanza grazie al sole presente.
    La situazione è diversa in altri paesi e a seconda del periodo in cui l'allevatore decide di accoppiare i propri uccelli. A volte per far coincidere questo periodo con le ferie o altro.

    In questo articolo vi descrivo le soluzioni che conosco per ovviare alla mancanza di luce e dare le giuste condizioni ai nostri uccelli secondo i diversi periodi della loro vita nei nostri allevamenti.

    1. Cosa porta la luce

    Un'adeguata illuminazione artificiale garantirà l'attivazione della vitamina D3 essenziale per la crescita dei giovani diamanti mandarini.
    Una carenza di vitamina D3 può causare becco, zampa malformata o molle. Al contrario, non andare in eccesso nella somministrazione di integratori vitaminici che produrrà effetti ancora più dannosi.

    2. Quello che cerchiamo quando gestiamo la luce

    Questo permette di crescere alle stagioni non propizie per ricreare le condizioni ideali. Simulare in qualche modo al meglio ciò che permetterà di stimolare gli uccelli alla riproduzione o al riposo.
    Nel periodo invernale, prolungare la luminosità può anche permettere di dare più tempo agli uccelli per nutrirsi al fine di resistere a basse temperature (Penso al caso di un allevamento all'aperto).
    Viceversa diminuire la lunghezza del giorno può aiutare a calmare un uccello. Per esempio un maschio troppo eccitato che distrugge il nido per ricominciare una deposizione. Concedergli una pausa in un posto buio, potrebbe rallentarlo prima di un altro tentativo.
    Le variazioni della durata di luminosità tra due periodi devono essere progressive. Un cambiamento troppo brusco può causare false mutazioni o comportamenti insoliti. Un cambiamento di 5 minuti al giorno è appropriato. Noterete come cambiano i comportamenti, le emozioni quando si aumenta la durata.

    3. Le soluzioni per gestire la luce

    a) Ciclo con 2 programmatori e 1 luce notturna

    La più economica sarà quella di utilizzare 2 programmatori (meccanici o elettronici) e una luce notturna.

    Programmateur mecanique Programmateur electronique

    Continua a leggere

  • Classificazione, origine, comportamento dei diamanti mandarini (forma selvatica)

    1. Classificazione

    (Fonte: Congresso ornitologico internazionale C.O.I.)

    • Ordine: Passériformes
    • Famiglia: Estrildità
    • Genere: Taeniopygia
    • Specie: Guttata
    • Sottospecie: Taeniopygia guttata

    Il diamante mandarino (Taeniopygia guttata), talvolta chiamato semplicemente Mandarino, è l'estrildità più comune e familiare del centro dell'Australia.

    2. Sottospecie e loro ripartizione

    Esistono due sottospecie distinte.
    Taeniopygia guttata guttata, il diamante mandarino di Timor, si estende da Lombok alle isole della Sonda o Nusa Tanggara in Indonesia a Sermata, oltre ai settori costieri intorno al continente australiano.
    L'altra sottospecie è Taeniopygia gutatta castonatis. Quest'ultima si trova nella maggior parte dell'Australia continentale e alcune di queste varietà sono considerate domestiche.

    Le differenze morfologiche tra le due sottospecie includono differenze di dimensione.
    La Taeniopygia guttata guttata è più piccola (8 cm) della Taeniopygia guttata castanotis e non reca lo stesso marchio distintivo sulla gola e sulla parte superiore del torace.

    3. Descrizione


    Misura 8-10 cm (forma selvatica) o 12-14 cm (forma domestica) per una massa di circa 15 g. Il maschio emette un canto e un richiamo piuttosto nasale.

    4. Longevità

    Questo uccello può vivere da 7 a 10 anni. È un uccello robusto che può resistere a temperature di -15 ºC, sapendo che può sopravvivere ad almeno +40 ºC.

     

    5. Habitat

    I diamanti mandarini abitano le steppe aperte dell'Australia con cespugli sparsi e alberi, ma si sono adattati alle perturbazioni umane, approfittando dei buchi d'acqua fatti dall'uomo e degli spazi aperti dalla deforestazione. Vanno nelle città e si presentano ovunque in Australia.

    Continua a leggere

  • Petto grigio nero petto arancione

    L'obiettivo di questo articolo non è quello di imporre una direzione di allevamento o creare una polemica, ma di condividere la mia esperienza di allevamento, le mie osservazioni e le difficoltà che incontro da una quindicina di anni di allevamento di diamanti mandarini in questa combinazione di mutazioni.

    Il petto nero è una mutazione di disegno dovuta ad una diversa distribuzione dell'eumelanina nel piumaggio dell'uccello. La mutazione petto arancione è una mutazione di colore : L'eumelanina dei disegni è trasformata in feniomelanina marrone arancio, che tira verso il colore rosso-ruggine per i migliori soggetti. Non mi sembra inopportuno precisare dettagliatamente in che cosa modifica sull'uccello mutato ogni mutazione che già conosciamo.

    Il maschio concorso ideale, oltre ad una forma e una dimensione corretta come un classico, non deve avere rigetto nero nel torace, deve avere una zona parotica (la Via: tra il becco e la guancia) bianca, un petto che sale più in alto possibile sotto il becco, una forte estensione delle guance (le guance si uniscono nella parte posteriore del cranio) senza flusso sulla schiena(che per me rappresenta una non-selezione dell'estensione del colore), un dorso grigio e non carico di velo bruno come spesso accade, disegni sulle remiganti primarie e secondarie (bianco+arancio), un colore rosso/ruggine il più intenso possibile, un disegno del ventre (fiaccole arancioni) il più grande possibile. A questo bisogna aggiungere che i disegni dei fianchi devono essere segnati con ovali bianchi su fondo arancio; i disegni delle piastrelle di coda sono naturalmente allungati.

    La femmina come il maschio deve essere grigia di schiena, forma e dimensione corretta, avere un disegno di ventre (i scintille)(da notare che questo disegno non è arancione come sui maschi ma piuttosto tira verso il grigio-marrone), disegni di dorso (sul bordo esterno delle remiganti), un petto che risale molto in alto, disegni di guance arancioni, fianchi con puntini e anche di colore arancione.

    La femmina deve avere le guance e i fianchi più rossi possibili ? Non ho risposta.
    Ciò che è certo è che la prima femmina petto arancione (pollici) non aveva guance arancioni e che lo standard olandese richiedeva femmine senza guance fino a pochi anni fa (ora ci sono due standard accettati e giudicati diversamente: con disegno e senza disegni... tipo 1, tipo 2 nei concorsi). La femmina senza guance disegnate mantiene piastrelle di coda il più arancioni possibile. La maggior parte delle mie femmine in riproduzione non hanno guance, è un carattere che non seleziono appositamente.
    A volte leggo su internet che per tirare fuori un buon maschio intensivo a colori ci vuole assolutamente una femmina con guance molto arancioni, non è vero. Si tirano fuori degli ottimi uccelli a colori con femmine senza guance, purché siano molto grigie. Per «molto grigi» intendo uccelli la cui eumelanina prevale sulla fagia. Ciò non significa che alcuni caratteri non debbano essere presenti (disegno del ventre, sus caudales, palpebra, ecc.). Posso affermare che la femmina senza guancia non influenza l'intensità del colore sui maschi.

    Diamant mandarin femelle gris poitrine orange poitrine noire

    Alcune particolarità sono proprie della combinazione di mutazione

    Il petto arancione sembra intensificare l'estensione del colore arancione dei disegni. Si osservano spesso soggetti con un'estensione completa delle guance nella parte posteriore del cranio, e questo con un petto che risale molto in alto sotto il becco (a confronto con un petto nero puro). Questa estensione, quando è importante, tende a colorare il Reno. Non sono d'accordo con coloro che sostengono che gli uccelli al Lore arancio sono uccelli nati di faccia nera. Questa colorazione è apparso anche su parti di petto arancione petto nero senza la mutazione faccia nera per diverse generazioni.

    Non seleziono il colore arancione del Lore. Certo, è un difetto presente nei miei uccelli ma, elevando dei Faccia nera petto nero petto arancione, non ci faccio caso.
    Nei concorsi dipende molto dai giudici ma in generale, se l'uccello è buono, non si fanno pesantemente sanzionare. Da notare che ci sono diversi tipi di Lore arancioni, che una foto non mostra bene. Delle Lore arancioni ruggine come il petto e che vengono a fondersi con la guancia (non buono) o un velo aranciato, più chiaro della guancia e che si distingue ancora (passa meglio). Ma su grandi concorsi, questo è ciò che mancherà al bell'uccello per classificarsi di fronte ai migliori.

    Diamant mandarin male gris poitrine noire poitrine orange1

    Continua a leggere

  • Genetica del diamante mandarino: Istruzioni per l'uso

    1. Introduzione

    L'allevamento e la presentazione in concorso dei diamanti mandarini ha avuto negli ultimi quindici anni un notevole sviluppo. Per migliorare le dimensioni delle nuove mutazioni, gli allevatori ricorrono inoltre agli uccelli classici «portatori».
    Alcuni riescono a combinare diverse mutazioni. Tutto ciò ha reso indispensabile la conoscenza di un minimo di genetica applicata. Questo è il minimo che vorrei presentare agli allevatori principianti.
    Non si tratta di un corso completo di genetica, ma della semplice presentazione del metodo che uso preceduta da alcune nozioni elementari.

    2. Il diamante mandarino e le sue mutazioni

    Un diamante mandarino possiede un certo numero di caratteri visibili (dimensioni, forma, disegni, colore, sesso) che costituiscono il suo fenotipo. Può avere, oltre ad altri caratteri non espressi (si dice che è portatore). L'insieme dei caratteri, espressi o no, si chiama genotipo.

    Un giovane diamante mandarino proviene da una cellula - uovo, risultato della fusione del nucleo di uno spermatozoo del padre e del nucleo dell'ovulo della femmina. Il programma genetico dell'uccello si trova già: Una serie di divisioni cellulari e di informazioni codificate attiverà (o non) l'apparizione dei caratteri. L'informazione codificata è portata da geni situati su lunghi filamenti contenuti nel nucleo: I cromosomi.
    Tutti i cromosomi vanno in coppia: ogni cromosoma ha la sua controparte.

    Esistono due categorie di cromosomi:

    - I cromosomi sessuali:
    • XX nei maschi
    • XY nelle femmine

    - I cromosomi autosomici.

    Il diamante mandarino grigio che vive in Australia è all'origine di tutti i nostri diamanti mandarini d'allevamento. Possiede un insieme di geni distribuiti nei suoi cromosomi.
    Ogni volta che si è verificata una nuova mutazione, si è verificata una modifica di un gene originale (che si è rivelato ereditario). Il gene originale e quello mutato si trovano nello stesso punto chiamato locus su ciascuno dei cromosomi omologhi.
    Entrambi i geni sono alleli.

    genetica-del-diamante-mandarino-istruzioni-per-l-uso

    Un uccello è puro (omozigote) quando tutti i suoi alleli hanno le stesse informazioni.
    Un uccello è eterozigote per almeno un paio di alleli con informazioni diverse sullo stesso carattere.

    Si conoscono attualmente una ventina di mutazioni diverse del diamante mandarino grigio.

    Continua a leggere

  • Software di calcolo genetico del diamante mandarino

    Piccolo software pratico che permette di avere le probabilità dei risultati di un accoppiamento secondo la o le mutazioni dei rispettivi genitori. Può essere messo su chiavette USB, non c'è bisogno di una connessione internet per usarlo.

    Prima, ovviamente, dovremo conoscere il genotipo di ogni genitore. Per aiutare a determinare la mutazione o combinazione di mutazioni a cui appartengono i diamanti mandarini, è possibile consultare : Glossario illustrato delle mutazioni nel diamante mandarino.
    Detto questo, direi che questo software è solo un aiuto. La cosa migliore sarà sempre quella di comprendere il modo di trasmissione di ogni mutazione. Per questo, Vi consiglio anche per avere una buona base per consultare l'articolo : Genetica del diamante mandarino: Istruzioni per l'uso.

     

    Continua a leggere