Post di Michel-Landry

  • Lo svezzamento dei giovani diamanti mandarini

    I giovani diamanti mandarini hanno ormai circa tre settimane; cercando di sfuggire alla mancanza di spazio, all'opprimente calore della covata o volendo semplicemente scoprire il mondo, inizieranno a uscire dal nido.
    Questa uscita non è definitiva, poiché vi ritornano ancora per 2-3 giorni, ma sempre meno spesso. A volte, quando i giovani cominciano a crescere, uno di loro inizia a volare fuori dal nido qualche giorno prima della data di uscita prevista, potete lasciarlo fuori dal nido se le condizioni lo permettono, i genitori continueranno ad occuparsene. Se dovete rimetterlo nel nido, ponetelo delicatamente di preferenza alla sera e tenete la mano davanti al buco di volo, finché tutti i giovani abbiano ritrovato la loro calma.
    Una mattina, quando tutti i giovani saranno usciti, si rimuoverà il nido per pulirlo prima di una nuova deposizione o in previsione della stagione riproduttiva successiva. Il nido sarà rimesso quando i giovani saranno svezzati e quindi separati dai genitori.

    Spesso i genitori iniziano una nuova deposizione prima della fine dello svezzamento dei giovani. Non ci sono regole stabilite sulla questione: A volte i genitori iniziano la cova mentre si occupano dei giovani usciti dal nido, a volte vanno a spennare i giovani e smetteranno di occuparsene. L'allevatore deve essere attento nelle sue osservazioni. A casa, preferisco togliere le uova deposte a terra per darle ad un'altra coppia o per ridarle alla coppia dopo lo svezzamento quando il tempismo lo consente.

    Il periodo di svezzamento corrisponde al periodo in cui il giovane uccello imparerà a nutrirsi da solo e così acquisire la sua autonomia. È quindi un momento delicato in cui sarà importante osservare gli uccelli per non fare l'errore di separare troppo presto un giovane dai suoi genitori.Generalmente un giovane diamante mandarino sta per essere svezzato circa 35 giorni di vita. Ancora una volta, l'osservazione è di rigore; e inutile prendere rischi, è una questione di pochi giorni.

    Le sevrage des diamant mandarin3

    I giovani uccellini sono stati nutriti dai genitori che hanno rigurgitato i semi e/o il cibo che viene distribuito quotidianamente in questo periodo. Ora devono imparare a sgusciare i semi e a mangiarli da soli. Prima gli uccellini saranno autosufficienti, prima saranno svezzati.
    I genitori riducono il rigurgito del cibo.
    Ma se i giovani ne avvertono il bisogno andranno a cercarne da soli, è un cibo facile di accesso che servirà loro da transizione. Inoltre, alcuni allevatori mettono a disposizione dei giovani uccelli dei semi germinati: Questi semi «molli» sono facili da sgusciare e da ingerire. Da parte mia, appena usciti dal nido, gli uccelli hanno a disposizione permanente il miglio a grappolo (rosso e giallo che io alterno ogni giorno).

    Continua a leggere

  • Petto grigio nero petto arancione

    L'obiettivo di questo articolo non è quello di imporre una direzione di allevamento o creare una polemica, ma di condividere la mia esperienza di allevamento, le mie osservazioni e le difficoltà che incontro da una quindicina di anni di allevamento di diamanti mandarini in questa combinazione di mutazioni.

    Il petto nero è una mutazione di disegno dovuta ad una diversa distribuzione dell'eumelanina nel piumaggio dell'uccello. La mutazione petto arancione è una mutazione di colore : L'eumelanina dei disegni è trasformata in feniomelanina marrone arancio, che tira verso il colore rosso-ruggine per i migliori soggetti. Non mi sembra inopportuno precisare dettagliatamente in che cosa modifica sull'uccello mutato ogni mutazione che già conosciamo.

    Il maschio concorso ideale, oltre ad una forma e una dimensione corretta come un classico, non deve avere rigetto nero nel torace, deve avere una zona parotica (la Via: tra il becco e la guancia) bianca, un petto che sale più in alto possibile sotto il becco, una forte estensione delle guance (le guance si uniscono nella parte posteriore del cranio) senza flusso sulla schiena(che per me rappresenta una non-selezione dell'estensione del colore), un dorso grigio e non carico di velo bruno come spesso accade, disegni sulle remiganti primarie e secondarie (bianco+arancio), un colore rosso/ruggine il più intenso possibile, un disegno del ventre (fiaccole arancioni) il più grande possibile. A questo bisogna aggiungere che i disegni dei fianchi devono essere segnati con ovali bianchi su fondo arancio; i disegni delle piastrelle di coda sono naturalmente allungati.

    La femmina come il maschio deve essere grigia di schiena, forma e dimensione corretta, avere un disegno di ventre (i scintille)(da notare che questo disegno non è arancione come sui maschi ma piuttosto tira verso il grigio-marrone), disegni di dorso (sul bordo esterno delle remiganti), un petto che risale molto in alto, disegni di guance arancioni, fianchi con puntini e anche di colore arancione.

    La femmina deve avere le guance e i fianchi più rossi possibili ? Non ho risposta.
    Ciò che è certo è che la prima femmina petto arancione (pollici) non aveva guance arancioni e che lo standard olandese richiedeva femmine senza guance fino a pochi anni fa (ora ci sono due standard accettati e giudicati diversamente: con disegno e senza disegni... tipo 1, tipo 2 nei concorsi). La femmina senza guance disegnate mantiene piastrelle di coda il più arancioni possibile. La maggior parte delle mie femmine in riproduzione non hanno guance, è un carattere che non seleziono appositamente.
    A volte leggo su internet che per tirare fuori un buon maschio intensivo a colori ci vuole assolutamente una femmina con guance molto arancioni, non è vero. Si tirano fuori degli ottimi uccelli a colori con femmine senza guance, purché siano molto grigie. Per «molto grigi» intendo uccelli la cui eumelanina prevale sulla fagia. Ciò non significa che alcuni caratteri non debbano essere presenti (disegno del ventre, sus caudales, palpebra, ecc.). Posso affermare che la femmina senza guancia non influenza l'intensità del colore sui maschi.

    Diamant mandarin femelle gris poitrine orange poitrine noire

    Alcune particolarità sono proprie della combinazione di mutazione

    Il petto arancione sembra intensificare l'estensione del colore arancione dei disegni. Si osservano spesso soggetti con un'estensione completa delle guance nella parte posteriore del cranio, e questo con un petto che risale molto in alto sotto il becco (a confronto con un petto nero puro). Questa estensione, quando è importante, tende a colorare il Reno. Non sono d'accordo con coloro che sostengono che gli uccelli al Lore arancio sono uccelli nati di faccia nera. Questa colorazione è apparso anche su parti di petto arancione petto nero senza la mutazione faccia nera per diverse generazioni.

    Non seleziono il colore arancione del Lore. Certo, è un difetto presente nei miei uccelli ma, elevando dei Faccia nera petto nero petto arancione, non ci faccio caso.
    Nei concorsi dipende molto dai giudici ma in generale, se l'uccello è buono, non si fanno pesantemente sanzionare. Da notare che ci sono diversi tipi di Lore arancioni, che una foto non mostra bene. Delle Lore arancioni ruggine come il petto e che vengono a fondersi con la guancia (non buono) o un velo aranciato, più chiaro della guancia e che si distingue ancora (passa meglio). Ma su grandi concorsi, questo è ciò che mancherà al bell'uccello per classificarsi di fronte ai migliori.

    Diamant mandarin male gris poitrine noire poitrine orange1

    Continua a leggere

  • Preparare la stagione riproduttiva

    Mentre si avvia una stagione di allevamento, vi darò qui alcuni consigli per preparare i vostri diamanti mandarini per i prossimi mesi.
    I nostri uccelli sono certamente facili da riprodurre, ma potrebbero essere dettagli che spingeranno le coppie recalcitranti a riprodursi o a produrre più uova fecondate. Questo articolo non ha la pretesa di dare Il metodo per preparare i suoi diamanti mandarini ad una stagione di riproduzione ma semplicemente informare su un'organizzazione possibile in vista di una stagione di riproduzione ottimale. È quella che sto preparando.

    La selezione dei riproduttori è avvenuta alla fine dell'estate. La scelta degli accoppiamenti è ovviamente fondamentale, e sempre scelta in funzione delle qualità da migliorare e dei difetti da correggere rispetto ai diamanti mandarini ricercati,cercando di rispettare al meglio la «regola» di accoppiamenti chimmel su intensivo e viceversa. Occorrerà prendere il tempo necessario per costituire le coppie di allevamento; molti criteri devono essere presi in considerazione in funzione dei suoi obiettivi (uccelli da esposizione, uccelli da lavoro, uccelli portatori, ...). A volte i soggetti migliori non vengono accoppiati perché non trovano il partner perfetto. Meglio essere pazienti che accoppiarsi per fare «del numero». Qualità prevarrà sempre sulla quantità.

    Couple diamant mandarin isabelle popn1

    Continua a leggere

  • La preparazione ai concorsi

    Il concorso rappresenta per l'allevatore di diamanti mandarini il culmine della sua stagione riproduttiva. Questo sarà il metodo migliore per verificare se i nuovi uccelli corrispondono allo standard, sarà allo stesso tempo una possibilità di confrontare i propri risultati con quelli di altri allevatori. La progressione nel suo allevamento passa necessariamente attraverso il confronto dei suoi uccelli con quelli degli altri allevatori. I concorsi rappresentano pertanto il momento privilegiato che chiude un intero anno di allevamento.

    Il primo passo per l'allevatore sarà la selezione dei suoi diamanti mandarini. Generalmente intorno al 15 luglio, i giovani diamanti mandarini sono ordinati: bisogna distinguere bene gli uccelli da allevamento e gli uccelli da esposizione. Il diamante mandarino da esposizione è un uccello «finito» e non un uccello da lavoro: un uccello portante non sarà (normalmente) giudicato, una femmina con rigetti di guance sarà sanzionata, ecc. Quando ciò è possibile, occorre prevedere di preparare dei sostituti: l'allevatore non è immune da un problema di condizione generale insorto poco prima del concorso. Come per la preparazione degli Stam (gruppo di 4 uccelli identici), prevedere 5-6 uccelli sembra ragionevole per ovviare ad eventuali imprevisti.

    Affinché il diamante mandarino presentato abbia un piumaggio in perfetta condizione, non bisogna esitare a strappare le piume danneggiate, rotte.

    Le diamant mandarin en preparation concours photo 2

     

    Continua a leggere