descrizione

  • Classificazione, origine, comportamento dei diamanti mandarini (forma selvatica)

    1. Classificazione

    (Fonte: Congresso ornitologico internazionale C.O.I.)

    • Ordine: Passériformes
    • Famiglia: Estrildità
    • Genere: Taeniopygia
    • Specie: Guttata
    • Sottospecie: Taeniopygia guttata

    Il diamante mandarino (Taeniopygia guttata), talvolta chiamato semplicemente Mandarino, è l'estrildità più comune e familiare del centro dell'Australia.

    2. Sottospecie e loro ripartizione

    Esistono due sottospecie distinte.
    Taeniopygia guttata guttata, il diamante mandarino di Timor, si estende da Lombok alle isole della Sonda o Nusa Tanggara in Indonesia a Sermata, oltre ai settori costieri intorno al continente australiano.
    L'altra sottospecie è Taeniopygia gutatta castonatis. Quest'ultima si trova nella maggior parte dell'Australia continentale e alcune di queste varietà sono considerate domestiche.

    Le differenze morfologiche tra le due sottospecie includono differenze di dimensione.
    La Taeniopygia guttata guttata è più piccola (8 cm) della Taeniopygia guttata castanotis e non reca lo stesso marchio distintivo sulla gola e sulla parte superiore del torace.

    3. Descrizione


    Misura 8-10 cm (forma selvatica) o 12-14 cm (forma domestica) per una massa di circa 15 g. Il maschio emette un canto e un richiamo piuttosto nasale.

    4. Longevità

    Questo uccello può vivere da 7 a 10 anni. È un uccello robusto che può resistere a temperature di -15 ºC, sapendo che può sopravvivere ad almeno +40 ºC.

     

    5. Habitat

    I diamanti mandarini abitano le steppe aperte dell'Australia con cespugli sparsi e alberi, ma si sono adattati alle perturbazioni umane, approfittando dei buchi d'acqua fatti dall'uomo e degli spazi aperti dalla deforestazione. Vanno nelle città e si presentano ovunque in Australia.

    Continua a leggere