dimensioni

  • Trasmissione genetica delle caratteristiche fisiche

    Se durante una riunione di amanti dei diamanti mandarini si pone una domanda sulla genealogia del mascherato, del pastello o di una guancia nera, si è certi di ricevere la risposta giusta.
    Ma se si pone la domanda sulla genealogia sul formato (dimensione), la forma della testa o la lunghezza del becco, le risposte saranno molteplici e diverse.
    Alcuni diranno intermedi, altri dominanti, ecc.

    Tuttavia, queste caratteristiche seguono Leggi di Mendel. Molti allevatori non credono a questa spiegazione, ma è vera. Sembra che le leggi non si comportino più in modo rigoroso come per le mutazioni di colore. Una variazione più ampia a livello di formato (dimensione), forma della testa, ecc. sembra normale.

    Law of independent assortment

    In natura, si trova nei diamanti mandarini la stessa variazione nel formato. E, nel processo di addomesticamento, questa differenza nella variazione è aumentata. I nostri diamanti mandarini coltivati sono in media due centimetri più larghi dei loro antenati in natura.
    Negli articoli si raccomanda sempre una selezione dura a livello del formato e del modello tenendo conto delle differenze tra le parti come la testa, il corpo, ecc.

    Ma il formato e il modello sono guidati dalla genealogia. Le forme del corpo sono guidate da fattori.
    La domanda che si pone è: esiste una relazione tra i diversi fattori che guidano il formato, il modello, la forma della testa e del becco?

    Continua a leggere