Mendel

  • Le forme della dominanza

    Un po' di storia

    Come sappiamo oggi, Gregor Mendel, conosciuto soprattutto per i suoi esperimenti con i piselli, è stato alla base della genetica. Con i suoi esperimenti ha dimostrato che se incrociava due piselli (F1) con caratteristiche diverse come il colore del fiore, la dimensione delle foglie... Allora i derivati (F2) hanno mantenuto le caratteristiche di un solo genitore. Tutti i fiori di questi piselli giovani avevano lo stesso colore e la stessa dimensione delle foglie.
    È come se avessero «perso» una delle proprietà. Quando ha incrociato questi giovani piselli F2, le caratteristiche F1 sono riapparse tra i derivati della generazione F3. Mendel ha chiamato queste caratteristiche mostrate dai F2: Dominante. E le caratteristiche nascoste nei F2 sono state chiamate recessive.

    Attualmente lo chiamiamo ancora dominante e recessivo. Tuttavia sappiamo che Mendel ha scoperto la «dominanza completa». Esistono in effetti altre forme di dominanza. Conosciamo già queste forme quindi apporteremo soprattutto alcune disposizioni da mantenere.

    Alcuni concetti

    Sappiamo che i geni sono portatori di caratteristiche e che questi geni si trovano sui cromosomi. Ci sono geni che si occupano del colore degli occhi, il colore delle zampe, la dimensione del becco... I cromosomi si trovano nelle cellule del corpo: sono immagazzinati nel nucleo di ogni cellula. In ogni nucleo di ogni cellula si trovano i geni per il colore degli occhi, il colore delle zampe, la dimensione del becco... Tuttavia, il funzionamento dei geni «colore degli occhi» si manifesta unicamente negli occhi. Nelle zampe, i geni «colore degli occhi» non si manifestano. Ogni cellula «sa» dunque dove si trova nel corpo e quali geni deve attivare.
    I cromosomi vanno in coppia, tutti i geni vanno in coppia. Per il gene del colore degli occhi, quindi abbiamo due geni. Questo vale anche per il colore delle zampe, la dimensione del becco... Questi due geni per il colore degli occhi possono causare un colore degli occhi blu. È anche possibile che un gene si occupi del colore blu e l'altro di un colore marrone. (ciò non significa che l'essere avrà un occhio blu e l'altro marrone, il marrone degli occhi è dominante sul blu, quindi entrambi gli occhi saranno marroni).

    Les formes de la dominance 1 Les formes de la dominance 1 2

    Continua a leggere

  • Trasmissione genetica delle caratteristiche fisiche

    Se durante una riunione di amanti dei diamanti mandarini si pone una domanda sulla genealogia del mascherato, del pastello o di una guancia nera, si è certi di ricevere la risposta giusta.
    Ma se si pone la domanda sulla genealogia sul formato (dimensione), la forma della testa o la lunghezza del becco, le risposte saranno molteplici e diverse.
    Alcuni diranno intermedi, altri dominanti, ecc.

    Tuttavia, queste caratteristiche seguono Leggi di Mendel. Molti allevatori non credono a questa spiegazione, ma è vera. Sembra che le leggi non si comportino più in modo rigoroso come per le mutazioni di colore. Una variazione più ampia a livello di formato (dimensione), forma della testa, ecc. sembra normale.

    Law of independent assortment

    In natura, si trova nei diamanti mandarini la stessa variazione nel formato. E, nel processo di addomesticamento, questa differenza nella variazione è aumentata. I nostri diamanti mandarini coltivati sono in media due centimetri più larghi dei loro antenati in natura.
    Negli articoli si raccomanda sempre una selezione dura a livello del formato e del modello tenendo conto delle differenze tra le parti come la testa, il corpo, ecc.

    Ma il formato e il modello sono guidati dalla genealogia. Le forme del corpo sono guidate da fattori.
    La domanda che si pone è: esiste una relazione tra i diversi fattori che guidano il formato, il modello, la forma della testa e del becco?

    Continua a leggere