standard

  • Grigio faccia nera petto nero petto arancione

    Il diamante mandarino faccia nera petto nero arancione petto è un uccello spettacolare; spettacolare per i suoi colori, che dimostrano fino a che punto la combinazione mutazione e attraente.
    Purtroppo, come per qualsiasi combinazione multipla, il lavoro degli uccelli per il miglioramento del ceppo richiede pazienza, una selezione rigorosa e obiettivi precisi da fissare all'inizio di ogni stagione di allevamento. Sono questi obiettivi che, se raggiunti, faranno sì che la qualità degli uccelli del suo allevamento possa aumentare regolarmente.

    La grande difficoltà della combinazione risiede nella moltitudine di difetti, più o meno importanti, che si riscontrano frequentemente in questo uccello in esposizione. Ecco un elenco non esaustivo:
    - i punti dei fianchi tendono a scomparire o a trasformarsi in un disegno sfocato
    - è raro trovare uccelli con una testa al tempo stesso arancione e la cui forma rimane corretta
    - la testa è spesso troppo piccola rispetto al corpo dell'uccello
    - è frequente che le mutazioni petto-arancio o petto-nero non si esprimano al 100%: comparsa di scarichi neri nel torace o nelle timoniere, sussistenza di un disegno più o meno orizzontale sulle timoniere, arancione sul ventre che non scende abbastanza verso la regione anale.

    Diamant mandarin gris face noire poitrine noire poitrine orange3

    Continua a leggere

  • Petto grigio nero petto arancione

    L'obiettivo di questo articolo non è quello di imporre una direzione di allevamento o creare una polemica, ma di condividere la mia esperienza di allevamento, le mie osservazioni e le difficoltà che incontro da una quindicina di anni di allevamento di diamanti mandarini in questa combinazione di mutazioni.

    Il petto nero è una mutazione di disegno dovuta ad una diversa distribuzione dell'eumelanina nel piumaggio dell'uccello. La mutazione petto arancione è una mutazione di colore : L'eumelanina dei disegni è trasformata in feniomelanina marrone arancio, che tira verso il colore rosso-ruggine per i migliori soggetti. Non mi sembra inopportuno precisare dettagliatamente in che cosa modifica sull'uccello mutato ogni mutazione che già conosciamo.

    Il maschio concorso ideale, oltre ad una forma e una dimensione corretta come un classico, non deve avere rigetto nero nel torace, deve avere una zona parotica (la Via: tra il becco e la guancia) bianca, un petto che sale più in alto possibile sotto il becco, una forte estensione delle guance (le guance si uniscono nella parte posteriore del cranio) senza flusso sulla schiena(che per me rappresenta una non-selezione dell'estensione del colore), un dorso grigio e non carico di velo bruno come spesso accade, disegni sulle remiganti primarie e secondarie (bianco+arancio), un colore rosso/ruggine il più intenso possibile, un disegno del ventre (fiaccole arancioni) il più grande possibile. A questo bisogna aggiungere che i disegni dei fianchi devono essere segnati con ovali bianchi su fondo arancio; i disegni delle piastrelle di coda sono naturalmente allungati.

    La femmina come il maschio deve essere grigia di schiena, forma e dimensione corretta, avere un disegno di ventre (i scintille)(da notare che questo disegno non è arancione come sui maschi ma piuttosto tira verso il grigio-marrone), disegni di dorso (sul bordo esterno delle remiganti), un petto che risale molto in alto, disegni di guance arancioni, fianchi con puntini e anche di colore arancione.

    La femmina deve avere le guance e i fianchi più rossi possibili ? Non ho risposta.
    Ciò che è certo è che la prima femmina petto arancione (pollici) non aveva guance arancioni e che lo standard olandese richiedeva femmine senza guance fino a pochi anni fa (ora ci sono due standard accettati e giudicati diversamente: con disegno e senza disegni... tipo 1, tipo 2 nei concorsi). La femmina senza guance disegnate mantiene piastrelle di coda il più arancioni possibile. La maggior parte delle mie femmine in riproduzione non hanno guance, è un carattere che non seleziono appositamente.
    A volte leggo su internet che per tirare fuori un buon maschio intensivo a colori ci vuole assolutamente una femmina con guance molto arancioni, non è vero. Si tirano fuori degli ottimi uccelli a colori con femmine senza guance, purché siano molto grigie. Per «molto grigi» intendo uccelli la cui eumelanina prevale sulla fagia. Ciò non significa che alcuni caratteri non debbano essere presenti (disegno del ventre, sus caudales, palpebra, ecc.). Posso affermare che la femmina senza guancia non influenza l'intensità del colore sui maschi.

    Diamant mandarin femelle gris poitrine orange poitrine noire

    Alcune particolarità sono proprie della combinazione di mutazione

    Il petto arancione sembra intensificare l'estensione del colore arancione dei disegni. Si osservano spesso soggetti con un'estensione completa delle guance nella parte posteriore del cranio, e questo con un petto che risale molto in alto sotto il becco (a confronto con un petto nero puro). Questa estensione, quando è importante, tende a colorare il Reno. Non sono d'accordo con coloro che sostengono che gli uccelli al Lore arancio sono uccelli nati di faccia nera. Questa colorazione è apparso anche su parti di petto arancione petto nero senza la mutazione faccia nera per diverse generazioni.

    Non seleziono il colore arancione del Lore. Certo, è un difetto presente nei miei uccelli ma, elevando dei Faccia nera petto nero petto arancione, non ci faccio caso.
    Nei concorsi dipende molto dai giudici ma in generale, se l'uccello è buono, non si fanno pesantemente sanzionare. Da notare che ci sono diversi tipi di Lore arancioni, che una foto non mostra bene. Delle Lore arancioni ruggine come il petto e che vengono a fondersi con la guancia (non buono) o un velo aranciato, più chiaro della guancia e che si distingue ancora (passa meglio). Ma su grandi concorsi, questo è ciò che mancherà al bell'uccello per classificarsi di fronte ai migliori.

    Diamant mandarin male gris poitrine noire poitrine orange1

    Continua a leggere

  • Come creare un ceppo secondo i suoi obiettivi

    1. definire i suoi obiettivi

    In primo luogo, a mio parere, occorre mirare e definire i suoi obiettivi: Scelta delle mutazioni o delle mutazioni da selezionare, studi delle caratteristiche di mutazione(e) scelta(e), conoscenza del tipo di trasmissione genetica, creare una rete di allevatori in grado di lavorare su obiettivi simili per avere argomenti di partenza. Gli allevatori dovranno avere fiducia nel vostro progetto e nella vostra perspicacia. Saranno anche preoccupati di diventare i loro uccelli ceduti.
    Condizioni indispensabili per poi iniziare la costruzione di un ceppo e iniziare una selezione per tendere verso i vostri obiettivi definiti come qualsiasi progetto.

    Infine, definire la vostra idea dell'uccello che si desidera ottenere. Senza dimenticare le caratteristiche della mutazione o combinazione in cui vi proiettate.

    2. Consigli per iniziare

    Scegli i diamanti mandarini di partenza con meno difetti possibili. Assicurati di non iniziare con uccelli con un genotipo incerto.
    Esempio: Se avete intenzione di costruire un ceppo di grigio, verificare che non siano portatori di mutazione recessiva (come petto nero, guance nere).

    Interrogate l'allevatore cedendovi i vostri primi esemplari, chiedete di vedere i genitori per essere meglio fissato. Osservate le diverse qualità e punti da migliorare di ciascuno avendo in testa il diamante mandarino che desiderate raggiungere.
    Osservate l'armonia e l'insieme degli uccelli dell'allevatore, un'omogeneità vi farà apparire un buon lavoro dell'allevatore.

    3. Che cos'è un ceppo

    Bisogna immaginarsi il ceppo di un albero, il tronco e i rami. Composti da ascendenti, discendenti, sorelle, fratelli, ecc. Esistono diversi metodi a seconda del tipo di trasmissione genetica della mutazione o combinazione elevata per far progredire un ceppo.

    Comment creer une souche suivant ses objectifs

    Continua a leggere

  • La preparazione ai concorsi

    Il concorso rappresenta per l'allevatore di diamanti mandarini il culmine della sua stagione riproduttiva. Questo sarà il metodo migliore per verificare se i nuovi uccelli corrispondono allo standard, sarà allo stesso tempo una possibilità di confrontare i propri risultati con quelli di altri allevatori. La progressione nel suo allevamento passa necessariamente attraverso il confronto dei suoi uccelli con quelli degli altri allevatori. I concorsi rappresentano pertanto il momento privilegiato che chiude un intero anno di allevamento.

    Il primo passo per l'allevatore sarà la selezione dei suoi diamanti mandarini. Generalmente intorno al 15 luglio, i giovani diamanti mandarini sono ordinati: bisogna distinguere bene gli uccelli da allevamento e gli uccelli da esposizione. Il diamante mandarino da esposizione è un uccello «finito» e non un uccello da lavoro: un uccello portante non sarà (normalmente) giudicato, una femmina con rigetti di guance sarà sanzionata, ecc. Quando ciò è possibile, occorre prevedere di preparare dei sostituti: l'allevatore non è immune da un problema di condizione generale insorto poco prima del concorso. Come per la preparazione degli Stam (gruppo di 4 uccelli identici), prevedere 5-6 uccelli sembra ragionevole per ovviare ad eventuali imprevisti.

    Affinché il diamante mandarino presentato abbia un piumaggio in perfetta condizione, non bisogna esitare a strappare le piume danneggiate, rotte.

    Le diamant mandarin en preparation concours photo 2

     

    Continua a leggere

  • Che cosa si intende per diamante mandarino "tipo inglese" ?

    Il termine tipo inglese per alcuni diamanti mandarini è talvolta usato, ma che cosa si intende per «tipo inglese» ?
    Questo tipo di uccello (vedi video) può essere definito di tipo inglese ?
    Dove basta che l'uccello venga dall'Inghilterra ?... O al contrario, è ancora più tipico ?

    Giovani diamanti mandarini di tipo inglese in video :

    Continua a leggere

  • Requisiti generali dello standard

    In questo articolo troverete l'insieme dei criteri di selezione da cercare in un diamante mandarino di esposizione.

    Dimensione :
    Dalla punta del becco fino all'estremità della coda del diamante mandarino: 11,5 cm.

    Tipo :
    Impressione di forza - Taglia corta e tozza - Testa tonda - Collo compatto - Petto relativamente largo e rotondo.
    La testa, il collo, il dorso e la coda devono formare una sola linea con una minima cavità nella nuca e all'intersezione della coda all'altezza del codrione.
    La curva formata dall'arrotondamento del torace e la linea del ventre deve essere regolare a partire dalla gola fino alla regione anale.
    La linea dorsale non può essere schiacciata e la linea ventrale non può essere caduta.
    Tutte le parti del corpo devono essere in armonia le une con le altre.

    Testa :
    Ben rotonda vista da tutti gli angoli - Vista frontale relativamente ampia - Deve essere in perfetta armonia con il becco e il corpo - Gli occhi posti all'incirca al centro della testa, ben vivi e di colori scuri a meno che lo standard della varietà specificata non lo dà altrimenti.

    Continua a leggere

  • Gli standard del diamante mandarino

    Documento di riferimento indispensabile per gli allevatori che selezionano i loro diamanti mandarini.

    Ho svolto un lavoro di ricerca dei diversi standard del diamante mandarino applicati in Francia, Belgio, Inghilterra, Italia e Paesi Bassi. Ecco dunque gli standard su cui si basano i giudici per decidere i diamanti mandarini ai concorsi. Questi documenti vi saranno molto utili a seconda del paese in cui iniziate ad esporre.

     

    Continua a leggere

  • Termini descrittivi nel diamante mandarino

    I termini descrittivi nel diamante mandarino che vi permetteranno di individuare ogni zona e di discutere tra allevatori della stessa "lingua".
    Aprire l'articolo per avere una foto di grande formato.

    Continua a leggere