Tipo

  • Che cosa si intende per diamante mandarino "tipo inglese" ?

    Il termine tipo inglese per alcuni diamanti mandarini è talvolta usato, ma che cosa si intende per «tipo inglese» ?
    Questo tipo di uccello (vedi video) può essere definito di tipo inglese ?
    Dove basta che l'uccello venga dall'Inghilterra ?... O al contrario, è ancora più tipico ?

    Giovani diamanti mandarini di tipo inglese in video :

    Continua a leggere

  • Trasmissione genetica delle caratteristiche fisiche

    Se durante una riunione di amanti dei diamanti mandarini si pone una domanda sulla genealogia del mascherato, del pastello o di una guancia nera, si è certi di ricevere la risposta giusta.
    Ma se si pone la domanda sulla genealogia sul formato (dimensione), la forma della testa o la lunghezza del becco, le risposte saranno molteplici e diverse.
    Alcuni diranno intermedi, altri dominanti, ecc.

    Tuttavia, queste caratteristiche seguono Leggi di Mendel. Molti allevatori non credono a questa spiegazione, ma è vera. Sembra che le leggi non si comportino più in modo rigoroso come per le mutazioni di colore. Una variazione più ampia a livello di formato (dimensione), forma della testa, ecc. sembra normale.

    Law of independent assortment

    In natura, si trova nei diamanti mandarini la stessa variazione nel formato. E, nel processo di addomesticamento, questa differenza nella variazione è aumentata. I nostri diamanti mandarini coltivati sono in media due centimetri più larghi dei loro antenati in natura.
    Negli articoli si raccomanda sempre una selezione dura a livello del formato e del modello tenendo conto delle differenze tra le parti come la testa, il corpo, ecc.

    Ma il formato e il modello sono guidati dalla genealogia. Le forme del corpo sono guidate da fattori.
    La domanda che si pone è: esiste una relazione tra i diversi fattori che guidano il formato, il modello, la forma della testa e del becco?

    Continua a leggere

  • Requisiti generali dello standard

    In questo articolo troverete l'insieme dei criteri di selezione da cercare in un diamante mandarino di esposizione.

    Dimensione :
    Dalla punta del becco fino all'estremità della coda del diamante mandarino: 11,5 cm.

    Tipo :
    Impressione di forza - Taglia corta e tozza - Testa tonda - Collo compatto - Petto relativamente largo e rotondo.
    La testa, il collo, il dorso e la coda devono formare una sola linea con una minima cavità nella nuca e all'intersezione della coda all'altezza del codrione.
    La curva formata dall'arrotondamento del torace e la linea del ventre deve essere regolare a partire dalla gola fino alla regione anale.
    La linea dorsale non può essere schiacciata e la linea ventrale non può essere caduta.
    Tutte le parti del corpo devono essere in armonia le une con le altre.

    Testa :
    Ben rotonda vista da tutti gli angoli - Vista frontale relativamente ampia - Deve essere in perfetta armonia con il becco e il corpo - Gli occhi posti all'incirca al centro della testa, ben vivi e di colori scuri a meno che lo standard della varietà specificata non lo dà altrimenti.

    Continua a leggere

  • Il maschio grigio, in qualità e difetti

    I primi diamanti mandarini presentati in mostra erano ben lontani da quelli che abbiamo ora nei nostri allevamenti. Erano piuttosto filiformi e piccoli somiglianti in tutti i punti alla maggior parte degli uccelli che troviamo attualmente al negozio di animali dietro l'angolo.

    L'evoluzione non sa fatto in un giorno, ma è stato relativamente veloce. Qui parleremo del diamante mandarino grigio, tutti semplicemente perché è la mia specialità e sto cominciando a conoscerlo bene.
    Si può osservare che i grigi, che è un classico (Si chiama «classico» il grigio e le mutazioni di basi che sono: bruno, dorso pallido e mascherato.),  presentati nelle grandi esposizioni non è più molto lontano dal grigio perfetto. Il tipo e le dimensioni sono per lo più di ottimo livello e la differenza è fatta principalmente sul colore.

    Per individuare ogni termine descrittivo utilizzato nel seguito dell'articolo, potete avvalervi di questo schema : Termini descrittivi nel diamante mandarino.

    1. I principali difetti dei maschi grigi

    Negli ultimi anni molti difetti sono apparsi nei grigi che abbiamo il piacere di vedere nelle nostre mostre. Ve ne presenterò alcuni che per me sono i più comunemente incontrati in esposizione o nei nostri allevamenti.

    a) Le zebre dietro le guance

    Traces de zebrures autour des joues

    Da circa due anni, almeno da quanto ho personalmente notato, vediamo apparire tracce di zebra intorno alla guancia. Questo difetto è piuttosto evidente nelle guance grigie nere, ma abbastanza recente nei maschi grigi. È ancora tempo di sradicarlo dai ceppi di grigio prima che sia completamente generalizzato al diamante mandarino grigio.
    Per la somiglianza al difetto presente nelle guance nere, non credo che si possa assimilare a un fattore guance nere. In effetti questo difetto appare anche nei ceppi che non hanno affiliazione con un ceppo di guance nere.

    Si può invece pensare che questo fenomeno sia dovuto ad un'alta concentrazione di eumelanina (nera), cosa che è ricercata nei grigi per una schiena ben scura e nelle guance nere per un colore ben nero intenso.

    b) Lacrima che si diffonde nelle guance

    Altro difetto è la lacrima che dà un'impressione di diffusione nella guancia per la presenza di alcune piume nere in queste, e di una linea sotto l'occhio. Di solito nel mio allevamento sono uccelli che hanno le guance di un castano profondo. Penso che ce l'abbia ancora, possiamo assimilarlo ad un eccesso di eumelanina in questa zona.

    2 eumelanine dans les joues

    Continua a leggere