La preparazione ai concorsi

Il concorso rappresenta per l'allevatore di diamanti mandarini il culmine della sua stagione riproduttiva. Questo sarà il metodo migliore per verificare se i nuovi uccelli corrispondono allo standard, sarà allo stesso tempo una possibilità di confrontare i propri risultati con quelli di altri allevatori. La progressione nel suo allevamento passa necessariamente attraverso il confronto dei suoi uccelli con quelli degli altri allevatori. I concorsi rappresentano pertanto il momento privilegiato che chiude un intero anno di allevamento.

Il primo passo per l'allevatore sarà la selezione dei suoi diamanti mandarini. Generalmente intorno al 15 luglio, i giovani diamanti mandarini sono ordinati: bisogna distinguere bene gli uccelli da allevamento e gli uccelli da esposizione. Il diamante mandarino da esposizione è un uccello «finito» e non un uccello da lavoro: un uccello portante non sarà (normalmente) giudicato, una femmina con rigetti di guance sarà sanzionata, ecc. Quando ciò è possibile, occorre prevedere di preparare dei sostituti: l'allevatore non è immune da un problema di condizione generale insorto poco prima del concorso. Come per la preparazione degli Stam (gruppo di 4 uccelli identici), prevedere 5-6 uccelli sembra ragionevole per ovviare ad eventuali imprevisti.

Affinché il diamante mandarino presentato abbia un piumaggio in perfetta condizione, non bisogna esitare a strappare le piume danneggiate, rotte.

Le diamant mandarin en preparation concours photo 2

 

Da quel momento, ogni soggetto passa «al vaglio» e si vede strappare le piume che non sono in perfetto stato. Ci vogliono circa sei settimane per far ricrescere le piume. È anche per questo motivo che gli uccelli dovranno essere preparati a partire dalla fine del mese di luglio se state pensando di presentare un diamante mandarino per un concorso che si svolgerà all'inizio di settembre.

Selezionare i diamanti mandarini per le competizioni, questo sottintende conoscere perfettamente gli standard di mutazione elevata e non fare l'errore di sottovalutare questa o quella qualità che l'uccello deve possedere.
Molti allevatori scommettono sulle dimensioni, spesso a scapito del colore, della forma. Un diamante mandarino è giudicato in base ai seguenti criteri: dimensione sì, ma anche forma, mantenimento, condizione generale, qualità del piumaggio, colore e disegno.

Da un punto di vista Generale, ecco la descrizione del diamante mandarino così come deve presentarsi in concorso:

- Il diamante mandarino misura 11,5 cm (misura tra la punta del becco e la coda) (qui ci sono già grandi differenze a seconda della mutazione presentata, un diamante mandarino agata sarà in genere più corto di un grigio classico per esempio)
- Il diamante mandarino si presenta con orgoglio sul posatoio, le penne lucide e non scompigliate
- le linee del diamante mandarino sono armoniose (nessuna rottura tra petto e ventre, nessuna coda cadente, ecc.)
- Nessun difetto morfologico, come piume danneggiate o mancanti, unghia mancante, malformazioni
- Il becco e le unghie sono lucide senza graffi
- La testa è larga e tonda (senza testa piatta o pizzicata con becco troppo lungo)

Ecco il dettaglio della ripartizione dei punti su 100 di un foglio di giudizio (fonte O.M.J. 2017):

Tipo e struttura 30 punti
Colore 20 punti
Disegni 20 punti
Piume 10 punti
Atteggiamento e mantenimento 10 punti
Condizione 10 punti


Vi ricordo che il totale è di 100 e per i giudizi in Francia:

Su base individuale:
Campione: 90 punti minimo
2º e 3º posto: minimo 89 punti
In formato SA:
Campione: minimo 360 punti
2º: minimo 358 punti base
3º: minimo 356 punti

Al Mondiale, gli uccelli classificati sono annotati (regola passibili di essere rivisti):

90 punti minimo per la medaglia di bronzo
Minimo 360 punti in Stam per la medaglia di bronzo

Preparare i diamanti mandarini per il concorso significa anche prepararli a trascorrere qualche giorno in gabbia di concorso e a essere spostati, osservati, giudicati. Questo cambiamento d'ambiente sarà accompagnato da stress, il che significa una forte probabilità che l'uccello si presenti male agli occhi dei giudici: piume arruffate, uccello iperattivo nella sua gabbia, e un ulteriore rischio che si rovini.

Per le persone come me che allevano i diamanti mandarini in batteria e lasciano che i giovani si sviluppino in voliera, l'apprendimento progressivo potrà svolgersi così:
Sei settimane prima della gara, infatti nello stesso momento in cui vengono rimosse le piume danneggiate, gli uccelli vengono spostati dalla voliera verso batterie da 120 cm. In ragione di tre o quattro diamanti mandarini per batteria.

Le diamant mandarin en preparation concours photo 3
I diamanti mandarini in voliera

Le diamant mandarin en preparation concours photo 4
I diamanti mandarini in batteria di 120, qui delle femmine faccia nera petto nero

Tre settimane prima della gara, questo spazio è ridotto a 40 cm per diamante mandarino. Uno spazio per uccello. A partire da questo momento, il bagno viene proposto quotidianamente. Infine, una settimana prima della gara, ogni uccello è posto in gabbia di concorso.

Le diamant mandarin en preparation concours photo 5
La fine della preparazione, in gabbie di concorso

Alcuni consigli e trucchi:

- Invece di bagnare gli uccelli, alcuni allevatori spruzzano gli uccelli con acqua addizionata di detergente per bambini
- Esistono anche additivi per l'acqua da bagno che aiutano a dare un piumaggio lucido
- Quando l'uccello è in gabbia di concorso, spostare la gabbia ogni giorno per abituare l'uccello ad essere spostato
- Se possibile, inserire il diamante mandarino nella propria gabbia per evitare che venga manipolato
- Addestrare il diamante mandarino a spostarsi da una sbarra all'altra della gabbia del concorso (utilizzando una penna o una bacchetta in stile antenna radio), per abituare l'uccello ai gesti effettuati dal giudice. Sì, ci vuole tempo se si presentano più di 10 uccelli ma come si dice, quando si ama non si conta...

Per concludere sulla preparazione dei diamanti mandarini ai concorsi, ecco i punti che mi sembrano importanti da prendere in considerazione:

- Distinguere i diamanti mandarini di lavoro dai diamanti mandarini di esposizione
- Conoscere la mutazione elevata e presentata
- Far abituare gradualmente gli uccelli alle gabbie di gara
- Prendersi il tempo di preparare il suo diamante mandarino ad una condizione generale ottimale per il suo giudizio futuro

Le diamant mandarin en preparation concours photo1

Sperando di avervi un po' motivati a presentare i vostri diamanti mandarini nei concorsi, spero di trovarvi presto nelle mostre.

 

Michel Landry, allevatore amatoriale di selezione.
Articolo pubblicato nel 2021.

 

Invia un commento all'autore

Concorso standard